Clarinetto

Il Clarinetto

 

 

Eccomi qui! Mi presento: sono il Clarinetto!

Clarinetto1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Faccio parte di una numerosa famiglia: siamo più di dieci!

Clarinetto2

 Eccoci qua, tutti insieme!

Dai più piccoli ai più grandi:

 Clarinetti acuti nei toni di Sib e La (poco adoperati)

 Clarinetti Piccoli nei toni di Lab e Mib

 Clarinetti soprani nei toni di Do, Sib e La (questi ultimi due i più conosciuti e adoperati)

 Clarinetti d’amore nei toni di Sol e Fa (in disuso)

 Corno bassetto nel tono di Fa

 Clarinetti contralti nei toni di Fa e Mib

 Clarinetti bassi nei toni di Do, Sib e La

 Clarinetti contrabassi nei toni di Fa, Sib e Mib

 Clarinetto bordone nel tono di Sib

 Clarinetto pedale nel tono di Sib

La nostra famiglia fa parte della grande famiglia dei “legni”, della quale fanno parte anche i nostri “cugini” Flauto, Oboe, Fagotto e Sassofono.

Noi Clarinetti abbiamo origini molto antiche. Il nostro lontano antenato è lo CHALUMEAU.

Eccolo qui:

Clarinetto3

 

Assomiglia un po’ al Flauto dolce ma l’imboccatura è munita di una linguetta di canna di bambù,chiamata ANCIA semplice 

(eccola qui)

Clarinetto4

  

L’ancia dà, allo Chalumeau, quel timbro particolarmente caldo e vellutato che mi ha lasciato in eredità. Lo Chalumeau, però, ha un’estensione limitata a poco più di 12 suoni. Verso la seconda metà del XVII, un geniale costruttore di strumenti, Johann Christoph Denner, ebbe l’intuizione di aggiungere alcune chiavette allo Chalumeau (detto “Chalumeau in forma migliorata”) che ne ampliarono l’estensione.

Da allora prendono il via una serie di esperimenti, da parte di tanti artigiani, musicisti e suonatori di Chalumeau, che portano, gradualmente, alla mia nascita, così come oggi sono conosciuto, con 17/18 chiavi e 6 anelli. 

Tanti compositori sono rimasti folgorati dal mio timbro caldo, suadente, morbido e dall’ampissima gamma di suoni di cui sono capace: ben più di tre ottave e mezza!!! E tantissimi compositori hanno scritto musiche meravigliose a me dedicate.

Eccone alcuni esempi:

 

Mozart: concerto per Clarinetto e orchestra K622

Felix Mendelssohn: Konzertstück n°2 op. 114

I. Stravinskj: Three Pieces for solo clarinet

Solfeggietto/Metamorphosis

Benny Goodman - AMERICAN JAZZ CLARINETIST:

 

 

PROGRAMMI/CONTENUTI – DISCIPLINA ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE

Primo strumento

I BIENNIO

 Scale, arpeggi, intervalli, maggiori e minori fino a 5/7 alterazioni

 G.Dangain, L’ABC du Jeune clarinettiste (vol.1-2)

 A. Gianpieri. Raccolta di studi

 C. Baermann, Klarinett-Schule

 A. Magnani, Metodo

 H. E. Klosè, Metodo

 V. Gambaro, 21 Capricci

 P. Jeanjean, 20 studi progressivi e melodici (vol.1)

 A. Gabucci, 60 Divertimenti

 AA.VV.: Scale e arpeggi

 Vari brani tratti dal repertorio classico-romantico o moderno, con o senza

l’accompagnamento del Pianoforte

 Esercizi da AA.VV. per lo sviluppo e il perfezionamento delle abilità tecnicostumentali

 Lettura a prima vista

 Soli e passi orchestrali

 Origine ed evoluzione storica dello strumento

 Cura e sistemazione dell’ancia

 Cura e pulizia dello strumento

 

II BIENNIO

 Scale, arpeggi, intervalli, maggiori e minori fino a 7 alterazioni

 Trinity, College-London- Mosaics Clarinet: Raccolta di Studi,1 e 2 vol

 Jean-Jean: Vademecum du Clarinettiste

 Gambaro: 21 Capricci

 J. Klosè: 20 Studi di genere e meccanismo

 J. Klosè: 20 Studi caratteristici

 A. Gabucci: 60 Divertimenti

 P. Jean-Jean: 20 Studi progressivi e melodici, vol I

 R. Wehle: Clarinet Fundamentals 1 e 2 vol

 Esercizi da AA.VV. per lo sviluppo e il perfezionamento delle abilità tecnicostumentali

 Studi e brani vari dal repertorio del Clarinetto, per percorso individualizzato

 Lettura a prima vista

 Soli e passi orchestrali

 Evoluzione storica dello strumento

 

V ANNO

 Scale, arpeggi, intervalli, maggiori e minori in tutte le tonalità

 H. E. Klosè, 20 Studi caratteristici

 I. Muller, 30 Studi in tutte le tonalità

 F. T. Blatt, 12 Capricci in forma di Studio

 H. J. Baermann, 12 Esercizi op. 30

 E. Cavallini, 30 Capricci

 R. Stark, 24 studi op.49

 P. Jeanjean, Studi progressivi e melodici, I e II Volume

 R. Wehle: Clarinet Fundamentals 1 e 2 vol

 Jean-Jean: Vademecum du Clarinettiste

 Brani di media difficoltà per clarinetto solo

 Vari brani tratti dal repertorio classico-romantico o moderno, con o senza

l’accompagnamento del Pianoforte

 Esercizi da AA.VV. per lo sviluppo e il perfezionamento delle abilità tecnicostumentali

 Lettura a prima vista in Sib e trasporto in DO e LA

 Soli e passi orchestrali

 

Secondo strumento

I BIENNIO

 Scale, arpeggi, intervalli, maggiori e minori fino a 3 alterazioni

 J. O’Reilly-M. Williams, Accent on Achievement, book 1, con base musicale

 R. Bonetti, Enjoy playing the clarinet

 G. Dangain, L’ABC du Jeune clarinettiste (vol.1-2)

 Jean-Jean: Vademecum du Clarinettiste

 A. Gianpieri: Raccolta di Studi

 F. Demnitz, Studi Elementari

 R. Mauz, Step by step

 L. Pasquero: Clarinettando

 C. Baermann, Klarinett-Schule

 A. Magnani, Metodo

 H. E. Klosè, Metodo

 Trinity, College-London- Mosaics Clarinet: Raccolta di Studi 1vol

 R. Wehle: Clarinet Fundamentals 1 e 2 vol

 Esercizi da AA.VV. per lo sviluppo e il perfezionamento delle abilità tecnicostumentali

 Studi e brani vari dal repertorio del Clarinetto, per percorso individualizzato

 Lettura a prima vista

 Soli e passi orchestrali

 Evoluzione storica dello strumento

 Cura e sistemazione dell’ancia

 Cura e pulizia dello strumento

 

II BIENNIO

 Scale, arpeggi, intervalli maggiori e minori fino a 5/7 alterazioni

 Trinity, College-London- Mosaics Clarinet: Raccolta di Studi,1 e 2 vol

 Jean-Jean: Vademecum du Clarinettiste

 Gambaro: 21 Capricci

 J. Klosè: 20 Studi di genere e meccanismo

 J. Klosè: 20 Studi caratteristici

 A. Gabucci: 60 Divertimenti

 P. Jean-Jean: 20 Studi progressivi e melodici, vol I

 R. Wehle: Clarinet Fundamentals 1 e 2 vol

 Esercizi da AA.VV. per lo sviluppo e il perfezionamento delle abilità tecnicostumentali

 Studi e brani vari dal repertorio del Clarinetto, per percorso individualizzato

 Lettura a prima vista

 Soli e passi orchestrali

 Evoluzione storica dello strumento

 Cura e sistemazione dell’ancia

Docente di Clarinetto: Anna Bavaro